COME SI VIVEVA SENZA I SOCIAL (E SENZA SAPERE I VERBI DI MOTO)

C’era una volta una vita senza internet e social network. C’era anche la Russia, e anche lei stava tranquilla con poco internet e senza social network. Erano gli anni gloriosi degli internet café aperti 24 ore, con i ragazzini che giocavano ai giochi sparatutto e gli studenti stranieri che cercavano di mantenere qualche contatto con la madrepatria. In questi internet café generalmente c’erano dai dieci ai venti computer, c’era un administrator che forniva di malavoglia i foglietti con le password, c’era un bar gestito sempre dallo stesso administrator, che, quando non era fuori a fumare, cioè molto spesso, serviva semi di girasole, birra, patatine e bibite gassate di vario tipo e colore.

Continue reading “COME SI VIVEVA SENZA I SOCIAL (E SENZA SAPERE I VERBI DI MOTO)”

Capodanno in Russia

Forse ne ho già parlato diverse volte, del fatto che la festa grande in Russia è Capodanno, visto che il 25 dicembre è un giorno qualsiasi e che Natale arriva solo il 7 gennaio, secondo il calendario giuliano in uso nella Chiesa Ortodossa. Quest’anno, almeno, il Natale posso dire di averlo festeggiato comunque, in Russia, perché la scuola dove lavoro ha organizzato un Christmas Party … Continue reading Capodanno in Russia

Lo sport, il femminismo, Joan B. Samuelson, Mosca, e io: Nike Women's Moscow 10k 2015

Proprio sabato sera, prima della grande maratona, i primi 10 km della mia vita e per giunta senza una preparazione atletica specifica, parlavo con alcuni amici uomini e loro mi dicevano: “Ma perché una maratona solo per donne? Ma gli uomini possono partecipare?” Continue reading Lo sport, il femminismo, Joan B. Samuelson, Mosca, e io: Nike Women's Moscow 10k 2015

I maschi e le femmine fanno amicizia – In Altre Parole – Bologna Children's Book Fair 2015

Ho appena ricevuto una bellissima notizia. La mia traduzione dal russo ha vinto il premio In Altre Parole del Bologna Childrens’ Book Fair 2015. Sono felicissima! La prova consisteva nel tradurre un breve testo dell’autore russo Grigorij Oster, famoso in Russia in particolare per i suoi Vrednye Sovety (Cattivi Consigli), dal titolo Znakomstvo Devochki s Mal’chikom (tradotto da me come: “I maschi e le femmine fanno amicizia”). Condivido la … Continue reading I maschi e le femmine fanno amicizia – In Altre Parole – Bologna Children's Book Fair 2015

Turismo semiologico al seggio elettorale

Ieri in Russia era la giornata unica per le elezioni: si votava in tutte le regioni a seconda della necessità, e a Mosca si votava per la Mosgorduma (Moskovskaja Gorodskaja Duma), il “consiglio cittadino”. Ogni quartiere aveva da scegliere tra un gruppo di candidati; tutti hanno ricevuto la lettera del sindaco Sobjanin, membro del partito Edinaja Rossija (Russia Unita), del quale fa parte il presidente Putin. Ecco la foto … Continue reading Turismo semiologico al seggio elettorale

Il quarto strato

Io e A. stiamo facendo il remont in una odnushka al sesto piano di un panel’nyj dom. Tradotto: lavori di ristrutturazione in un monolocale in un palazzo costruito con blocchi messi insieme uno sopra l’altro alla fine degli anni ’70 (pare, info da verificare). Il mio compito, qualche settimana fa, era grattare via la carta da parati. Cinquantamila strati ricoperti, negli ultimi dieci anni, con un inguardabile strato … Continue reading Il quarto strato