Capodanno in Russia

Forse ne ho già parlato diverse volte, del fatto che la festa grande in Russia è Capodanno, visto che il 25 dicembre è un giorno qualsiasi e che Natale arriva solo il 7 gennaio, secondo il calendario giuliano in uso nella Chiesa Ortodossa. Quest’anno, almeno, il Natale posso dire di averlo festeggiato comunque, in Russia, perché la scuola dove lavoro ha organizzato un Christmas Party … Continue reading Capodanno in Russia

Diario con foto del mio Children's Book Fair 2015

A Mosca c’era appena un grado e nevicchiava, quando sono partita per andare alla cerimonia di premiazione a Bologna. (antefatto) Per questo, fare il solo bagaglio a mano è stato un casino: addosso avevo cappello, sciarpa e guanti, nel trolley la camicia a giro maniche, le decolleté e la giacca del tailleur. A Bologna, di gradi, ce n’erano 17. Io non ero mai stata a Bologna, … Continue reading Diario con foto del mio Children's Book Fair 2015

Calendari comparati

L’altro giorno a lezione abbiamo parlato di feste italiane. Più precisamente, non delle feste religioso-profane come il Carnevale, che ricorre adesso, ma dei giorni che sono rossi sul calendario. Quanti giorni di ferie hanno gli italiani secondo il calendario? In tutto 10, ma solo se sono fortunati. Infatti, in Italia gli studenti e i lavoratori fanno la furbata autonoma di prendersi il ponte, ma il … Continue reading Calendari comparati

Quando il rublo cadeva (e il Vangelo di Luca)

A guardare cosa sta succedendo all’economia mondiale, ho la sensazione che l’Italia mi stia dando l’ennesimo calcio in culo. Quando sono venuta qui nel 2012, con l’euro a 40 rubli, guadagnavo 1000 euro, e in Italia ne prendevo 500, se facevo molte ore, arrotondando e senza uno straccio di contratto. E ci sta che forse avevo cercato male io. Conosco due lingue straniere fluentemente, con … Continue reading Quando il rublo cadeva (e il Vangelo di Luca)

Lezioni di cucina fusion italo-russa

Durante la prima vacanza in Italia di Ivan, la cucina di mamma è diventata un laboratorio interculturale. Per gli italiani e i russi, propongo una lista di ricette italiane e russe preparate in quei giorni, con varianti irrispettose. Parmigiana di melanzane light Al sud, si chiamano anche “melEnzane” e questo ci fa fare molta confusione: mi tocca correggere mamma, per evitare che Ivan ripeta. Ivan … Continue reading Lezioni di cucina fusion italo-russa

Scalea comune di Russia

“Scalea, Scalea, ma come mi diverte / girare per strada c’a’ cammisa aperta”, cantava Tony Tammaro. Quest’anno, con la cammisa aperta, passeggiava Ivan accanto a me; anche se a me Scalea non mi ha mai entusiasmato, lì ha casa una mia amica: il centro storico è carino, ma l’assetto urbano, parole di Ivan, fa venire in mente Gomorra. (A Ivan non piace molto che lo chiami … Continue reading Scalea comune di Russia

Etichette dop

Quando tu sei straniero e vai all’estero, c’è una serie di domande che alla gente, soprattutto a quella poco abituata a sradicarsi, viene voglia di fare. Più che voglia, io direi addirittura prurito. Per esempio, tutti vogliono sapere se ti piace il posto dove stai – ancora peggio, quando poi ritorni in madrepatria tutti ti domanderanno assiduamente se è meglio il tuo paese nativo o … Continue reading Etichette dop

Italiana vera

Io non sono per niente patriota. Oggi la Russia, per rispondere alle sanzioni di UE, USA, Canada e Australia, ha pubblicato la lista degli alimenti la cui importazione sarà vietata. La lista comprende quasi tutti gli alimenti e fa particolare eccezione solo per i prodotti per bambini. Subito qualcuno su Live Journal ha commentato che, cavolo, non appena si era deciso di far sparire le … Continue reading Italiana vera

Vieni a ballare in Russia (fiera dell'assurdo)

Alla mia sinistra potete notare Albano… Ho scritto questa mini-parodia quando, nella primavera del 2012, ho ricevuto la notizia che sarei venuta a lavorare in Russia. Vieni a ballare in Russia, Russia, Russia, il miglior posto in cui si stia, si stia, si stia, tieni la testa alta quando passi vicino al Cremlin, può darsi che si stacchi e venga giù un pezzettin.   Mi cantava … Continue reading Vieni a ballare in Russia (fiera dell'assurdo)