Caro amico! un discutibile sondaggio su politiche familiari e co.


Circa un mese fa il mio cavaliere senza macchia e senza paura mi porta questo modulo e mi chiede di aiutare una sua collega di un altro ufficio: bisogna far compilare questo sondaggio ai giovani. “Ma io non sono russa,” gli dico. “Non c’entra se sei russa. C’entra se abiti in Russia.” Così, ci siamo messi insieme a studiare il sondaggio, cosa diceva, perché e come erano poste le domande. Traduco le parti introduttive.

IMG-20140217-WA0001

Caro amico! Ti chiediamo di prendere parte ad una ricerca di carattere sociale. 

La ricerca è condotta dal Centro di competenza sociale indipendente AKSIO.

Lo scopo del lavoro è conoscere le idee degli abitanti della Russia su possibili futuri cambiamenti nelle leggi del nostro paese.

Seguono domande su cittadinanza, età, sesso, livello di istruzione, fede religiosa, ecc.

IMG-20140217-WA0000

Adesso andiamo al tema principale della ricerca:

in Russia saranno presto possibili cambiamenti a livello giuridico per quanto riguarda la famiglia, l’infanzia, il rapporto tra i sessi ecc. Questi cambiamenti possono avvenire sotto l’influenza dell’Europa e di altri paesi del mondo, che hanno già cambiato significativamente i loro valori e le loro normative in merito alle suddette questioni.

Per esempio, in alcuni paesi sono già permessi dalla legge i matrimoni omosessuali, e questo fa sì che, godendo degli stessi diritti, matrimoni omosessuali ed eterosessuali siano di pari valore. In molti paesi queste famiglie hanno il diritto di adottare bambini.

Ci sono paesi in cui, a norma di legge (siccome esistono i matrimoni omosessuali), sono state eliminate le parole “madre” e “padre” e sono state sostituite dai concetti di “genitore 1” e “genitore 2”. Allo stesso modo sono stati aboliti i concetti di “marito” e “moglie”, che sono stati sostituiti dalla parola più neutra “coniugi”.

In molti paesi del mondo le relazioni omosessuali sono riconosciute come norma, e in alcuni paesi sono riconosciuti o quasi riconosciuti come norma anche la pedofilia e l’incesto (relazioni sessuali all’interno della famiglia, per esempio padre e figlia) e altre relazioni sessuali che prima si consideravano malattie o che erano materia sottoposta al Codice Penale.

In molti paesi è permesso dalla legge il controllo costante delle famiglie e l’intervento nelle questioni familiari, è diffusa la pratica dell’allontanamento dei figli per i motivi più disparati e del loro reinserimento in famiglie ospiti. Le domande che seguono sono su questi temi.

Cittadini della Russia!

La vostra partecipazione a questo sondaggio è molto importante: i risultati della ricerca possono influire sulla decisione di cambiare o no la legge in Russia, per quanto riguarda le questioni descritte sopra o altre simili.

I risultati di questo sondaggio saranno sottoposti agli organi del potere statale della Federazione Russa e ai Mass Media, e la vostra opinione influisce su come si svilupperanno in Russia il diritto e la pratica in materia di famiglia, infanzia e rapporti tra i generi.

PER QUESTO LA VOSTRA OPINIONE OGGI E’ COSì IMPORTANTE

SI PREGA DI COMPILARE IL MODULO PER INTERO

IMG-20140217-WA0002 IMG-20140217-WA0003

E l’abbiamo compilato, per intero, ma c’erano cose che ci lasciavano perplessi. Per esempio, nella prima immagine che vedete, con le risposte multiple, ci sono diverse domande su una legge che vieterebbe o approverebbe i rapporti con minori consenzienti, con minori consenzienti superiori ai 10 anni, con minori consenzienti di altre età… Messe in un ordine che inganna, perché dopo la domanda sul minore consenziente, dove ti immagini una ragazza di 16 con un ragazzo di 20, non ti aspetti che ti chiedano se approveresti che tuo figlio di 10 anni avesse rapporti sessuali tutelati dalla legge. Oppure, dove ci sono le domande sull’eutanasia, all’intervistatore sembra di capitale importanza distinguere tra l’eutanasia degli adulti e quella dei bambini; ma non definisce a quale età finisce l’infanzia, e i misteri di questa suddivisione sono oscuri. Lo stesso accade con una serie di domande pedanti sull’uso e la diffusione di informazioni riguardanti la salute, lo stato economico e sociale del nostri figli, come se per la salute, lo stato economico e quello sociale valessero gli stessi principi. Forse è necessario che uno psicologo condivida informazioni con un insegnante sullo stato di salute di un bambino, affinché psicologo, famiglia, bambino e insegnante risolvano il problema insieme; ma forse non è la stessa cosa se si tratta di quanto guadagnano i genitori del bambino e in che quartiere di Mosca vivono. Come possiamo rispondere bene se le tre cose sono raggruppate più volte nella stessa domanda? Forse dovevano occupare spazio e far credere che davvero qualche organo si stia interessando all’opinione dei cittadini? O forse chi ha scritto il test è troppo giovane e inesperto per realizzare un questionario bilanciato?

Infatti alla fine ci sono una serie di domande con la risposta “graduata” (seconda immagine, da “assolutamente no” a “assolutamente sì”, ma spiegato con descrizioni di valori culturali, tipo: “cattiva abitudine”/ “esempio da diffondere”) che generalizzano e sono addirittura incomprensibili. Ci viene chiesto se crediamo che l’omosessualità, l’alcolismo, l’adozione, l’incesto, il desiderio di non avere figli o quello di averne 10 ecc., siano comportamenti da vietare, praticare nell’assoluta segretezza, solo nei luoghi adibiti, dove si vuole, o da pubblicizzare a tutti. Finché si tratta dell’omosessualità, potrei capire queste domande: chi le scrive presuppone che a qualcuno dia fastidio vedere due gay che si baciano e domanda se il cittadino non preferirebbe che si baciassero solo a casa loro. (Ma in ogni caso, se non mi piacesse nemmeno vedere due etero che si baciano fino alle tonsille davanti ad un negozio di alimentari?) Quello che non capisco è come si possa praticare, per esempio, il desiderio di non avere figli o quello di averne 10, in segretezza, in un luogo adibito ecc. Significa che la legge federale russa sarebbe in grado di imporre dei luoghi adatti all’espressione o alla propaganda del desiderio personale di avere o non avere figli, di ubriacarsi, di praticare l’eutanasia o di essere gay?

Per non parlare del pregiudizio sulle organizzazioni internazionali non governative che si evince da alcune domande, dove il somministratore del sondaggio chiede se pensi che sia giusto che le organizzazioni internazionali intervengano nei fatti di politica interna, in quanto esse esistono “appunto per uniformare le leggi in tutto il mondo”, o se credi che debbano lasciare la Russia in pace e cose di simile stranezza, come se chi ha scritto le domande non sapesse a cosa servono le organizzazioni internazionali nel panorama politico mondiale e che la Russia stessa, quando ne fa parte, ne fa parte per propria decisione e ha tanta voce in capitolo quanto altri attori.

Il mio ragazzo dice che sul test ha scritto: “Domande cretine.”

Io invece alla fine del test ho scritto una bella lettera dove dico più o meno quello che dico qui. La lettera comincia con “Caro amico…” e fa l’intervistatore una chiavica con una certa diplomazia, portando vari esempi dell’assurdità di alcuni punti del questionario e portandolo a conoscenza della posizione e delle responsabilità della Russia negli stessi accordi internazionali di cui lui parla come se gli fossero totalmente estranei.

Chissà se ne è valsa la pena e se il tipo che ha scritto il sondaggio si è messo un poco in discussione, dopo questi vari commenti alla fine del modulo (io e il mio ragazzo non siamo gli unici) . Magari è tutta carta straccia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...