Anticaffè


01f1a05053c6242fcfa23075e5b963c1_L
http://antikafe.com/

E’ il 26 Settembre, ma a Mosca è già Santo Stefano. Il giorno della Vigilia qualcuno mi ha detto che nel week-end si prevedevano -1° e la prima nevicata, A Natale ha piovuto un poco e oggi, per la strada, svolazzavano nell’aria i primi fiocchi di neve.

Ieri mi contatta un mio conoscente, uno studente della mia stessa università, in cerca di aiuto. “Sono qui da tre giorni, non mi è arrivata la valigia, sono solo con una felpa, in cerca di alloggio.” Mi sono allarmata. Cosa ci fa solo con una felpa a Mosca? E così sono andata a trovarlo all’ostello appena ho potuto, e ho aspettato la valigia insieme a lui.

E mi fa: “Ma io qui giro per le strade principali, non c’è nessuno… Ma la gente quando esce che fa?”

Questione numero uno. Parlare di strada principale a Mosca non si può. Non è come uscire a Salerno, dove tutti fanno lo struscio sul corso. Qui non si fa lo struscio, e se lo si fa, si fa d’estate e a primavera, nei parchi. Le strade di Mosca sono troppo grandi e sono troppe perché si possa fare lo struscio. Soprattutto d’inverno, perché per quanto i russi siano abituati ai -20, non sono scemi. “Uscire”, in Russia, si dice “passeggiare” (погулять) ma non significa passeggiare per forza.

(Un mio conoscente colombiano che parla in russo da pochi mesi, gli faccio: “Давай через часа увидимся, пойдём погулять” “Vediamoci tra un’ora, usciamo/andiamo a passeggiare”, e lui “Погулять – это слишком холодно” “Per passeggiare fa troppo freddo”)

La gente di Mosca si incontra nei caffè, nelle sale da tè, nei ristoranti, nei cinema, nei teatri, nelle discoteche, nelle palestre, negli studi teatrali, nelle scuole di danza e… negli anticaffè.

L’anticaffè è un “café” che non è un “café”, perché non sei obbligato ad ordinare niente e paghi solo per il tempo che passi a tavola o sul divano a fare quello che ti pare. Il prezzo è bassissimo e gli anticaffè sono quasi sempre stracolmi: il più economico costa 1 rublo al minuto, il più caro 2 rubli al minuto. Significa che se spendi tanto, stare seduto un’ora in un anticaffè a giocare a Monopoli con gli amici, a leggere un libro, a lavorare al computer, o a partecipare ad un evento organizzato da un altro frequentatore di un anticaffè, ti costa 120 rubli (3 euro). Inclusi nel prezzo sono tè, caffè, latte, biscotti del supermercato offerti dalla casa – ma ci si serve e si sparecchia da soli, e al lavoro c’è solo qualcuno che sta dietro al bancone a fare i caffè e a lavare le tazze.

Ci puoi organizzare i tuoi eventi, nell’anticaffè, riunire gli amici, ci puoi uscire con l’amata o l’amato, ci puoi passare la pausa se non hai dove andare, fa freddo e casa tua è troppo lontana. Ci puoi portare il tuo cibo, puoi per esempio prendere una pizza o un pranzo in un fast food e andare a mangiarli lì. Insomma, è una casa fuori di casa quando la temperatura scende sotto lo zero. E di solito è anche più bello di un caffè, perché è arredato proprio come un soggiorno.

Annunci

Una risposta a “Anticaffè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...