Il mio primo paio di sci


Babbo Natale, che qui si chiama Ded Moroz, Nonno Gelo, quest’anno è arrivato in anticipo, mi ha presa sotto il braccio sabato pomeriggio e mi ha portata a prendere a casa dei suoi genitori un paio di sci e al centro commerciale, a comprare le scarpe, le krepljenija, che servono ad attaccare le scarpe agli sci e non so nemmeno come si chiamano in italiano, i bastoni, e la custodia per tutta l’attrezzatura.

In Russia non va di moda lo sci di fondo, come in Italia. In Russia si portano i begovye lyzhi, cioe’ si scia nei parchi e nei boschi, in piano, ed e’ uno degli sport invernali preferiti, perché è completo, si può fare all’aperto, e può sostituire il jogging o il nuoto, che quando il clima si fa rigido, sono meno praticabili.

I miei sci sono un modello vecchissimo, anche se sono nuovi, e lasciano di stucco tutti i commessi del centro commerciale. Sono degli sci della marca sovietica Tisa, prodotti su licenza della Fischer, e nel punto in cui hanno attaccato le kreplenija c’è scritto che sono stati prodotti nella Repubblica Socialista Sovietica di Ucraina nel 1988.

In Unione Sovietica, mi racconta il mio Babbo Natale, si dava molto importanza alla vita sociale sul posto di lavoro, per questo le fabbriche organizzavano gite, tornei, e spesso provvedevano anche a procurare ai lavoratori l’attrezzatura necessaria. E’ così che in casa dei suoi sono rimaste ferme per quasi trent’anni alcune paia di sci. Anche il mio Babbo Natale scia sugli stessi sci d’epoca.

E mi dice: “Vedi, il destino? Questi sci, prodotti nel 1988, sono rimasti quasi trent’anni fermi ad aspettare che arrivasse Syd dall’Italia a inaugurarli.” Il direttore della fabbrica dei genitori del mio Babbo Natale, il direttore della fabbrica Tisa, tutta la gente coinvolta nella produzione e nell’arrivo degli sci in quella specifica casa, nessuno sapeva che un giorno, quegli sci, sarebbero serviti a Russaliana. Babbo Natale, per puro caso, mi ha fatto il più bel regalo: non tanto perché così potremo sciare insieme, ma perché mi ha regalato suggestioni del passato.

Tisa fischer

I miei sci sovietici sono uguali a questi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...