Prostituta, segretaria, assistente personale


þÿ   > A : 2 0

Provo a tradurre -ma mi perdo molte cose- da “Café Chehov”, in Moskva, ja ne liublju tebja (Mosca, non ti amo), di Sergej Minaev, Astrel’: Mosca, 2011, pp. 27-28-29. Grassetto mio.

– Quelli che abitano nei palazzi accanto al nostro sono così educati. – Dalla finestra aperta del secondo piano era saltata fuori la segretaria, Lena, con la sigaretta tra i denti. – Perché in centro ci vivono i veri moscoviti! – sporse le labbra in avanti come con disprezzo, lasciando uscire una boccata fumo.

– Lena, non è che butti i mozziconi dalla finestra, eh? – sollevò la testa la zia Katja guardandola con diffidenza.

– Ma che, zia Katja, io non sono mica una moscovita!

– E di dove sei?

– Di Perm’.

– E a Perm’ sono più puliti?

– E certo che sono più puliti, tutt’altra gente! – fece Lena.

– E se stavi con gente tanto brava, – zia Katja si appoggiò con entrambe le mani alla scopa, – perché sei venuta qui da noi? Dai moscoviti sporcaccioni?

– Mah, – piegò le spalle Lena, – così è capitato.  Ma spero di non rimanere a lungo.

– E dove vuoi andare dopo? – non si rassegnò la signora delle pulizie. – In America? O in Italia?

– Perché proprio in Italia? – questa conversazione cominciò improvvisamente a stancare Lena.

– Lenochka, quando andiamo al cinema? – le ammiccò il guardiano, aggiustandosi la cintura.

– Quando te lo compri, il cinema! – Lena colse il momento e con entrambe le mani chiuse le imposte.

– Perché in Italia, dice! Perché lì adesso ci vanno tutte le prostitute! – borbottò tra sé e sé la zia Katja, spazzando via il fogliame. – Maledette quote!

Per amore di giustizia bisogna dire che Lena non era una prostituta nel senso che di solito si dà a questa parola. Anzi il contrario – Lena era una segretaria di altissimo livello. Di quelle che scrivono con orgoglio nel curriculum, nella sezione “preferenze occupazionali”: “Assistente Personale”.

E le italiane che fanno le prostitute, le segretarie, o le assistenti personali, in che paese vanno?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...