Turismo semiologico al seggio elettorale

Ieri in Russia era la giornata unica per le elezioni: si votava in tutte le regioni a seconda della necessità, e a Mosca si votava per la Mosgorduma (Moskovskaja Gorodskaja Duma), il “consiglio cittadino”. Ogni quartiere aveva da scegliere tra un gruppo di candidati; tutti hanno ricevuto la lettera del sindaco Sobjanin, membro del partito Edinaja Rossija (Russia Unita), del quale fa parte il presidente Putin. Ecco la foto … Continue reading Turismo semiologico al seggio elettorale

Una terrona a casa di Tolstoj

E così, siamo andati a Tula, o meglio, come diceva il mio compagno di avventure, invitandomi: “da Tolstoj”. La verità è che nel frattempo lui si è informato bene su Tula e ha scoperto che questa cittadina a 3 ore e 30 di autobus da Mosca, che sorge sul fiume Upa, custodisce tante Sehenswürdigkeiten, ovvero достопримечательности (dostoprimechatel’nosti), ovvero “(cose) che vale la pena vedere, (cose) … Continue reading Una terrona a casa di Tolstoj

Gentilezza russa

C’è una cosa di cui non ho ancora parlato su questo blog, un po’ rabbonita da questa vena antropologica, culturologica, cosmopolita, della serie che tutto il mondo è paese, siamo tutti fratelli, paese che vai usanza che trovi. Questa cosa è che le commesse e le impiegate russe, nella fattispecie le donne (perché di uomini in queste posizioni ne ho visti pochi e comunque mai … Continue reading Gentilezza russa