Pentole di Rame


I tak…
Oltre a raccontarvi della Russia come la vedo io, e a tradurre per russiaintranslation.com, adesso sputo anche veleno e rigurgiti su Bloggolo. Da noi si dice: “Non ti sai tenere un cecio in bocca!” Ecco, io mi sono tenuta il cecio in bocca per molto tempo, e mo l’ho cacciato. Non so quanti ceci ancora caccerò, ma qui potete trovare anche molti ceci di altra gente interessante. Date un’occhiata!

Bloggolo

La nostra rovina sono state le pentole di rame appese al muro e i mobili in arte povera. Le pentole stavano solo appese, facevano solo scenografia, i mobili costavano un botto. Ma la nostra casa era bella, bella davvero, in via dei matti, numero zero. C’era il camino, l’armadio a muro, i mattoncini rossi. Sembrava quelle case dei giornali, ma non si tocca. Non si sporca, non si corre, non si appendono poster, sono passati cinque minuti ed è già tutto sporco, che cazzo, avevo appena finito di lavare. “Tu avrai una vita migliore della mia,” ci hanno detto. Migliore del sogno delle pentole di rame appese al muro per bellezza.

La nostra rovina è stato il catechismo, dove ci hanno introdotto al concetto di peccato prima ancora che imparassimo a peccare. Ci hanno detto che esistevano gli atti impuri quando l’unico vero atto che potevamo immaginare era l’abbraccio disegnato…

View original post 863 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...