CAMPANELLE

Отпусти мне грехи! Я не помню молитв.
Если хочешь – стихами грехи замолю,
Но объясни – я люблю оттого, что болит,
Или это болит, оттого, что люблю?
(“Посошок”)

L’altro giorno mi sono ritrovata davanti l’annuncio della morte di Anastasia Rahlina, che da gennaio 2018 si era fatta monaca con il nome di Iulianija. Anni prima era stata una giornalista, tra le altre cose forse la prima a scrivere di rock e di musicisti. Da un musicista ebbe anche un figlio, ormai trent’anni fa. Da un musicista, o meglio, da un poeta. Continue reading “CAMPANELLE”

Ja tebia liubliu

In Russia i cantanti mainstream che erano miti per i nostri genitori, sono miti ancora adesso. Sarà anche il revival degli anni ’80, ma le mie prime impressioni musicali russe sono state proprio quelle di una tensione di braccia tra la Russia sovietica e l’Italia. della ricerca di un abbraccio della quale l’Italia mi sembra inconsapevole. Pensate per esempio all’ultimo Sanremo, al coro dell’armata rossa che … Continue reading Ja tebia liubliu