Battesimo. L'Epifania in Russia

La festa dell’Epifania in Russia cade la notte tra il 18 e il 19 gennaio, e si chiama Bogojavlenie, che significa appunto “manifestazione di Dio”. Originariamente le feste dell’Epifania e del Natale coincidevano e continuano a coincidere in alcune comunità cristiane, al punto che, vuoi per l’ignoranza in materia causata da 70 anni di sradicamento della religione, vuoi perché veramente per alcuni era così, ci sono persone che si confondono e dicono: “Signorina, stasera vada a vedere la messa di Natale, è molto interessante!”
Secondo la tradizione, tutte le acque vengono benedette in occasione di questa notte ed è possibile quindi usufruire dell’acqua santa dal rubinetto di casa dalle 18:00 del 18 gennaio alle 12:00 del 19. Chi non desidera bagnarsi va in Chiesa a riempire boccioni di acqua santa, e chi invece vuole rinnovare totalmente il sacramento del Battesimo, ripulirsi nuovamente dai peccati, o semplicemente ripetere un rito tra il virile e l’extreme, si tuffa immergendo il capo tre volte di seguito in un buco a forma di croce tagliato in una lastra di ghiaccio su uno stagno, un lago, o un fiume, e chiamato Jordan in memoria del fiume in cui si battezzò Cristo. Le temperature nel mese di gennaio si aggirano normalmente. a Mosca, intorno ai -20 °C. Chi ha fatto il bagno, dice che l’acqua risulta più calda dell’aria, ma che comunque si tratta di un’immersione traumatica ed energizzante, dopo la quale possono velocemente congelarsi le estremità: è per questo che in ogni località dove viene organizzata la Kreshenie, il Battesimo, vengono predisposti servizi di sicurezza e tende riscaldate.
Siccome non ho deciso di tuffarmi, quest’anno, le immagini del video sono lontane e di bassa qualità. Avevamo scelto la località di Ostankino, pensando che, essendo vicino alle sedi della televisione, non avremmo avuto problemi a filmare. Per avvicinarsi, invece, bisognava essere accreditati o stare in fila per tuffarsi. La mia idea, quindi, è di tuffarmi l’anno prossimo, per avere l’occasione non solo di filmare da vicino senza dover stare ore in fila inutilmente rischiando un no, ma anche per poter raccontare di persona come ci si sente a battezzarsi di nuovo, nell’acqua ghiacciata. Speriamo, chi lo sa.

0 pensieri su “Battesimo. L'Epifania in Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *